I ristoranti All you can eat di Roma. Recensioni.

Sono sempre di più i ristoranti che propongono la formula “mangia quanto vuoi” a prezzo fisso. Una panoramica sui migliori ma anche sui peggiori

La formula All you can eat, tutto quello che puoi mangiare, ormai viene proposta da moltissimi ristoranti a Roma. Pizzerie, sushi, cucina cinese, etnica ma anche il nuovissimo Senza Fondo, un all you can eat che propone piatti tipici della tradizione romana.

Partiamo proprio da quest’ultimo. Il ristorante si trova in Via del teatro Pace 44, nel cuore di Roma, dietro piazza Navona. Sia che voi siate turisti o romani, se vi dovreste trovare a passare da quelle parti fatevi un favore, tirate dritto! Tantissimi tavolini all’aperto tutti appiccicati tra loro, atmosfera artificale, fittizia, il tentativo di far sentire il cliente immerso nella romanità non funziona proprio alla grande.Il menù è vario e pieno di piatti della tradizione romana i fagioli con le cotiche, le bruschette, le immancabili polpette al sugo e di bollito, i fritti. E poi amatriciana, carbonara, cacio e pepe, e la gricia, anche nella versione ai carciofi. Tra i secondi spiccano la trippa alla romana, i saltimbocca e la coratella con i carciofi. I prezzi, 19,50 euro, fino alle 18 salvo i festivi, e di 25,50 euro la sera. Vini e bevande non sono compresi nel prezzo. Noi abbiamo provato ad assaggiare qualcosa ma siamo rimasti davvero molto delusi. Fagioli con le cotiche, in realtà dei tremendi cannellini in barattolo serviti dentro una brodaglia acquosa e delle cotiche neanche l’ombra. Un’Amatriciana decisamente scotta, pomodoro un po’ acido e la pancetta al posto del guanciale. Carbonara con uovo solido invece che cremoso, in pratica una pasta con la frittata. Non si migliora con i secondi, un pollo alla cacciatora senza rosmarino e con due olive snocciolate vicino, un involtino alla romana praticamente senza niente dentro e polpette al sugo abbastanza insipide. Le porzioni sono poco più che assaggi. Il ristorante si presenta come “trattoria per romani” ma in realtà è solo una delle tante trappole per turisti presenti in città. Evitate.

Ma Senza fondo non è l’unico All you can eat a proporre piatti tipici della cucina romana. I ristoranti Dar Bottarolo lo fanno infatti già da tempo e su questa cosa hanno ben pensato di scherzarci su. Dar Bottarolo è na certezza, l’artri so’ solo fake news! Recentemente gira ‘na notiziòla che dice che a Roma de ‘sti giorni ha aperto er primo ristorante “all you can eat” dedicato alla cucina Romana…Non sapete pe noi lo stupore, se pensavamo de sta ne la machina der tempo! Se semo detti “Ao, ma davero? a noi ce sembrava de esse aperti dar 2014!” e pure er prezzo e ‘r’menù erano gli stessi nostri!
Pensavamo n’errore, envece non s’eravamo sbajati noi, era tutta ‘na fake news pe turisti! Perché c’è chi dice de esse er primo, ma nun è er primo manco a copia’!

Mo me raccomando non te sbaja’, si quarcuno te chiede ndo anna’ a magna’ la bona cucina romana de ‘na vorta senza limiti, la risposta è solo una: DAR BOTTAROLO! Questo il messaggio che compare nei loro account social. Per indirizzi, info e prenotazioni visitate lo loro pagina Facebook

Ma la formula all you can eat, come sappiamo bene, è tipica della cucina asiatica, vediamo dunque quali sono i migliori. Partiamo col segnalarvi tre Sushi restaurant che propongono il ” tutto quello che puoi mangiare” Per godere di un’atmosfera autenticamente asiatica e se sei un intenditore alla ricerca di cucina giapponese fresca e di qualità, allora prova il Wild Ginger. Qui, oltre al menù alla carta, troverai due proposte di sushi all you can eat. Siediti al tavolo e ordina tutto ciò che vuoi. A pranzo spenderai 15,90 euro, a cena 20,90 euro.
(Wild Ginger, via Ostiense 97, Roma – 06.93374967)

Konnichiwa Restaurant. Passeggiando per il quartiere Prati, fatti guidare dal profumo della cucina asiatica e fermati in questo angolo di Giappone a due passi da San Pietro. La tradizione dell’arredamento si fonde con l’amore verso la cucina giapponese e ne viene fuori un menù che vale la pena provare. Anche qui la formula sushi all you can eat è disponibile tutti i giorni. Un menù a prezzo fisso e senza limiti che punta alla qualità dei piatti e del servizio offerto al cliente, con antipasti, primi, griglieria, sushi, sashimi, rolls, tamaki e tanto altro. A pranzo il prezzo fisso è di 16,80 euro, a cena di 22,80 euro.
(Konnichiwa Restaurant, via Otranto 9-11, Roma – 06.3700156 – 338.3478384)

Se invece ti trovi nei pressi della stazione Termini devi assolutamente provare Hokkaido, a via Marsala, qui puoi gustare una formula all you can eat di qualità, sia a pranzo che a cena. Fiore all’occhiello del locale: il rapporto qualità-prezzo. A pranzo, infatti, il menù senza limiti viene 16,90 euro; a cena 19,90 euro. L’ambiente è accogliente, il servizio è veloce, anche se vuoi mangiare sushi ma il tempo stringe e hai i minuti contati perché devi prendere il treno.
(Hokkaido, via Marsala 96/c, Roma – 06.45505297)

Per quanto riguarda i ristoranti cinesi sono moltissimi ad offrire la formula All You Can Eat, abbiamo scelto di presentarvene due. Xin Yi, in via di Saponara 188 ad Acilia. Un ristorante moderno, accogliente, con i tablet al tavolo per ordinare. Cucina fresca e tradizionale. 15,90 a pranzo, 21,90 a cena. L’importante è mangiare tutto quello che vi portano, i piatti non consumati infatti si pagano a parte.

Specialità di Hong-Kong, questo ristorante che propone specialità della cucina cinese e non solo si trova in zona Eur,Via Elio Vittorini, 63 – 65.
Al prezzo di €12,90 a Pranzo e €17,80 a Cena, mangerete finché non vi sentirete sazi!
Il prezzo è inteso a Persona e tutto il tavolo deve partecipare all’opzione All You Can Eat. Il ristorante è carino, senza troppe pretese nell’arredamento. Volendo è possibile anche mangiare fuori ma i posti disponibili non sono molti. Discrete le recensioni su tripadvisor.

Innumerevoli anche gli all you can eat di pizza, scegliere è davvero difficile, gli amanti della pizza che volessero spendere un po’ di meno, circa 13 euro, possono invece rivolgersi a Mamarò nel cuore di San Lorenzo: frequentatissimo dagli studenti, questo locale punta su 18 gusti, attenzione ai vegani, birra senza limiti e un prezzo imbattibile.

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy