Borsa: è crollo.

Milano perde il 10%. Tenere aperta la Borsa è stata una follia

Piazza Affari ha deciso di aprire lo stesso quest’oggi anche se ieri alcuni esponenti politici (uno in particolare spesso accusato di essere troppo liberista) avevano suggerito di tenerla chiusa.

Le misure prese nella notte di sabato dal governo hanno  sfiduciato gli investitori e questa mattina la borsa di Milano è stata presa d’assalto dalle vendite. Sono tantissimi i titoli sospesi per eccesso di ribasso sul mercato nazionale.

Riprende a volare lo spread arrivando a 220, salendo quindi di oltre 30 punti.

Non se la passano tanto meglio neanche gli altri mercati europei

Francoforte attualmente perde 6,32 punti percentuali.

La borsa di Parigi segna un rosso di 6,52.

Boom di vendite anche  su Londra che segna meno 6,24%.

A Piazza Affari perdono tutti ma i ribassi più drammatici si verificano per i titoli energetici e per i comparti di ingegneria collegati. Saipem perde oltre il 18%, ENI il 16,85% e Tenaris il 16,60%. Nel lunedì’ nero del coronavirus nessuno dei principali titoli italiani ha il segno più davanti.

Banche in caduta verticale.

Unicredit perde oltre 13,50%

Banco BPM segna meno 12

Fineco oltre il 9% in negativo, ed è stata momentaneamente sospesa per eccesso di ribasso.

Avatar

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

Potrebbero interessarti anche...

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy