Categoria: Scienza

google logo 0

Ma davvero Google ci rende stupidi?

Il libro è destinato a scomparire? Il libro sarà sempre l’unico strumento dove il discorso trova l’ultima dimora, in cui sono fissate le parole. Questo è molto importante. Le argomentazioni di Carr non sono sbagliate e bisogna continuare a leggere libri. I libri allenano la mente. I libri trasformano la lingua in pensiero. I libri sostengono e proteggono l’identità privata insieme con il pensiero privato. Con i libri le informazioni si mettono nella propria testa, non sullo schermo, quindi è importante continuare ad avere entrambi: sia l’accesso “frammentato”, episodico, che salta superficialmente di frammento in frammento, sia la lettura, sviluppando il proprio sé.

Il relativismo di Norbert Wiener

Articolo di Anna Centore. Alcune riflessioni sul padre della cibernetica “La matematica non è un’opinione”: quante volte abbiamo sentito pronunciare queste parole che puntualizzano la certezza della “Verità matematica”? Ebbene, in quest’articolo tenteremo di...

Quanti suicidi in quarantena

Durante l’infinita emergenza coronavirus aumentano le difficoltà economiche e peggiora la depressione. Se ne parla poco ma è impennata di suicidi I fanatici del lockdown, quelli che vorrebbero prolungare la quarantena all’infinito, sono per...

Non è una guerra

La retorica di paragonare la guerra al coronavirus è sbagliata, ingannevole e pericolosa. “Siamo in guerra”, quest’affermazione che sa tanto di proclama l’abbiamo sentita e letta già troppe volte, è il momento di approfondire...

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy