Come trasportare la bici in auto


Se sei un amante della bici sai bene che non c’è nulla di meglio che portarsela dietro anche in vacanza.

Perché? Perché a differenza della macchina, ti garantisce più libertà all’interno delle città, è un mezzo più ecologico, ma soprattutto non dovrai perdere tempo a cercare e pagare parcheggi.
Che si tratti di una toccata e fuga, di un weekend o un di un periodo prolungato, sono sempre di più gli amanti della bici che scelgono di utilizzarla anche in ferie. Anzi, a volte parliamo di famiglie intere che preferiscono portarsi la bici anche in vacanza per poi utilizzarle per spostarsi.
Ma come trasportare la bici in auto in modo sicuro? Vediamolo subito.

Come trasportare la bici in auto

Portabici esterni

La prima opzione che dovresti prendere in considerazione è utilizzare un portabici. Questo può essere di diversi modelli. Esistono portabici posteriori, portabici da gancio traino e infine da tetto, le differenze le vedremo tra poco. Questi 3 sono le soluzioni ideali per trasportare la tua bici, rappresentano il metodo più sicuro per farlo. Sono diversi modelli ma la normativa da rispettare è la stessa per tutti: il codice della
strada specifica di quanto le bici possono sporgere rispetto ai bordi dell’auto in altezza, in larghezza e in lunghezza nel dettaglio. Queste misure vanno rispettate o rischi delle sanzioni!

Dentro l’abitacolo

Se possiedi una macchina di grandi dimensioni come può essere un SUV o una station wagon, puoi decidere di mettere la bici nel bagagliaio. In alternativa, in commercio puoi trovare delle “rastrelliere”. Queste vanno posizionate sul pianale posteriore della vettura (parliamo sempre di auto grandi), a questo punto puoi agganciare la bicicletta alle rastrelliere per farla viaggiare “in piedi”.
Prima però dovrai levare le ruote, dovresti riuscire a compiere l’operazione con molta facilità. Anche
questa è una soluzione sicura per trasportare la bici. In particolare, è indicata in caso di maltempo perché la bicicletta, essendo all’interno, non rischierà di rovinare per pioggia o detriti.

I diversi tipi di portabici: trasportare la bici in auto

Esistono tre tipi di portabici esterni: quelli posteriori, da gancio traino e da tetto. Vediamo le loro
caratteristiche. Prima però ti diamo un consiglio: in caso di non utilizzo, sempre meglio rimuovere il porta bici dalla vettura.

Portabici posteriore

Con “posteriore” ci riferiamo al modello che viene fissato sul portellone. Risulta essere il più pratico tra i 3 e alcuni modelli ti permettono addirittura di aprire il portellone senza rimuovere le bici. Puoi fissare fino a tre biciclette.

Portabici da gancio train

Questo è il modello più complesso dei 3. La caratteristica principale è quella di poter sostenere pesi
maggiori rispetto alle altre tipologie di portabici; infatti, potrai posizionare fino a 4 bici. A livello
aerodinamico ha un minor impatto rispetto al portabici da tetto, ma spesso rischia di coprire la targa della vettura. Per questo motivo troverai la predisposizione per la targa ripetitiva.

Portabici da tetto

Questa è la tipologia più diffusa seppur non sia la più comoda, probabilmente perché è il più economico. Questo tipo di supporto viene fissato alle barre portatutto della macchina; quindi, è ovvio che la macchina debba esserne fornita per poterlo utilizzare.

Questi sono gli strumenti che puoi utilizzare per trasportare la bici in auto in sicurezza. Speriamo che i
nostri consigli ti siano utili!

Per approfondire leggi la normativa vigente.


Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione