Curvy, ovvero la legittimazione dell’obesità

Lo sdoganamento dell’obesità procede nella sua marcia trionfale. Usa un termine morbido, rassicurante, privo di certe irritanti spigolature: Curvy

Una nevrosi che si propone di curare un’altra nevrosi che da sempre tiene in ostaggio passerelle e adolescenti: IL MODELLO ANORESSICO.

Entrambi riflessi di stili di vita spesso avvelenati da disagio e fragilità.

Così come è difficile gestire l’affollamento di demoni di fronte a un piatto di pasta, lo è altrettanto di fronte al terzo piatto di pasta di un pasto che non vede la fine.

Entrambi i modelli sono figli di complessità ambientali e socio-culturali. E lì bisogna assediare il problema. Perché sono stili di vita che fanno a brandelli la salute.

Così come è stato un errore eleggere a icone degli attaccapanni tutte pelle e ossa, oggi non possiamo cedere alla sovranità del grasso per diffusa incapacità di mettere la mordacchia alle mandibole strizzando l’occhio a madame Pigrizia.

Il fenomeno CURVY, ossia ragazze che soffrono di obesità, non merita lunghi servizi sui tg nazionali o riflettori di rango che lo celebra come l’epifania di una nuova liberazione femminile. È solo un nuovo mercato che si adegua ai tempi e a cui bisognerebbe dedicare una scialba attenzione.

Con un termine rassicurante, dal suono dolce e rassicurante come Curvy si corre il rischio di scappare dal problema obesità che invece andrebbe considerato e affrontato sin dalla giovanissima età quando è decisamente più facile correggere abitudini alimentari sbagliate ed è più facile educare allo sport, alla danza, e ad altre attività che aiutano a tenersi in forma, prima per la salute e poi per la bellezza.

Non dimentichiamo che l’OMS (Organizzazione Mondiale della sanità) ha rigorosi piani per combattere sovrappeso e obesità che è ormai considerata a tutti gli effetti malattia.

Un bambino su tre oggi è obeso , lo dicono i dati ma, per appurarlo, basterebbe assistere all’uscita da una qualsiasi scuola.
Ora la maggior parte di noi sopra i 30 anni avrà avuto quanti compagni di classe obesi? 1, 2, massimo 3, comunque una netta minoranza probabilmente.
Che la situazione sia critica è evidente.

SEGUICI SU FACEBOOK

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

Potrebbero interessarti anche...

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy