Di Maio agli Esteri, un imbarazzo per l’Italia

Il leader politico del M5S, Luigi di Maio, è il Ministro degli Esteri più incompetente d’Europa. Il suo curriculum è imparagonabile a quello dei suoi colleghi europei.

È in momenti come questi, di crisi internazionali e venti di guerra, che si avverte la fondamentale importanza di avere come responsabile degli Affari Esteri una personalità in grado di rassicurare gli alleati e trasmettere la forza che una nazione come l’Italia dovrebbe sempre esercitare sulla scena internazionale.

Di Maio è un incompetente non in grado di gestire tale ruolo. La classe politica del M5S è composta per lo più da persone assolutamente inadatte a ricoprire i ruoli che purtroppo per noi adesso spettano a loro.

Paragonare il Curriculum Vitae ma anche la vita stessa di Di Maio con gli altri ministri degli Esteri Europei fornisce in modo inequivocabile la prova assoluta della sua inadeguatezza.

Viene da chiedersi come sia stato possibile che tali personaggi abbiano raggiunto così alti livelli nei ruoli chiave della politica italiana e del funzionamento stesso del Paese.

Vi lasciamo poche righe sugli altri ministri europei così da poter fare voi stessi il confronto.

Jean-Yves Le Drian, Francia

Proveniente da una famiglia di lavoratori  vicina ai sindacati cattolici, il suo impegno nell’ambito della formazione e dell’istruzione gli ha permesso di ottenere numerose borse di studio. Frequenta il prestigioso Lycée Saint-Louis de Lorient, dove era uno dei pochi figli di lavoratori essendo un liceo privato molto esclusivo. Dopo essersi diplomato si iscrive all’Università di Rennes nel 1966. Durante i suoi studi universitari si recava, spesso nella stagione estiva, in Algeria dove faceva lezioni di sostegno ai ragazzi della periferia di Algeri. Nel Settembre del 1968 inizia la sua attività di insegnante di storia al liceo Notre-Dame-du-Vœu di Hennebont e contemporaneamente iniziò un master in storia all’Università di Rennes. Inizia la sua carriera politica come Sindaco di Lorient.

Numerosi e prestigiosi sono stati gli incarichi ricoperti durante la sua carriera e per eventuali approfondimenti vi indichiamo la relativa pagina wikipedia francese .

Josep Borrell, Spagna

Nato e cresciuto in un piccolo villaggio dei Pirenei, a causa dell’isolamento del posto è costretto a studiare da casa fino alla maturità, in seguito dopo aver ottenuto numerose borse di studio, raggiunge Madrid per iscriversi all ’Università Politecnica della Capitale dove si laurea nel 1969. Consegue il dottorato in scienze economiche presso l’Università Complutense di Madrid nel 1975, in seguito prosegue gli studi post-laurea in matematica applicata presso l’Università di Stanford in California e gestione energetica presso l’Institut Français du Pétrole di Parigi. Negli anni 1969-1982 è docente accademico e decano della facoltà economica dell’Università Complutense di Madrid. A partire dal 2010 è diventato presidente dell’Istituto Universitario Europeo a San Domenico di Fiesole, ruolo ricoperto fino al giugno 2012. La sua formazione politica inizia nel Partito Socialista Operaio Spagnolo e per ulteriori approfondimenti rimandiamo alla relativa pagina.

Augusto Santos Silva, Portogallo

Si è laureato in Storia all’Università di Porto nel 1978, conseguendo successivamente un dottorato in sociologia all’Istituto Universitario di Lisbona nel 1992. Silva inizia la sua carriera come professore di economia a Porto nel 1981  ricoprendo anche l’incarico di Decano dell’Università di Porto dal 1998 al 1999. Silva, affiliato al Partito Socialista, ha anche fatto parte del National Board of Education dal 1996 al 1999, della Commissione per la sicurezza sociale dal 1996 al 1998 e del Consiglio di amministrazione della Fondazione José Fontana dal 2002 al 2005. Ha inoltre rappresentato il suo paese nel progetto Education for Democratic Citizenship del Consiglio d’Europa nel biennio 1997-1999. Per ulteriori notizie sulla sua carriera politica vi segnaliamo la pagina wikipedia inerente al profilo del ministro portoghese.

Dominic Raab, Inghilterra

Figlio di padre ebreo nato in Cecoslovacchia, arrivato in Gran Bretagna nel 1938 all’età di sei anni come rifugiato. Dominic Raab. Ha studiato alla Grammar School di Amersham e successivamente alla Lady Margaret Hall, a Oxford, dove ha conseguito una laurea in giurisprudenza e vinto il Premio Clive Parry per il diritto internazionale. Dopo la laurea ottiene anche un master presso il Jesus College di Cambridge. Inizialmente Raab esercitò l’avvocatura presso lo studio Linklaters di Londra trascorrendo l’estate del 1998 presso l’Università di Bir Zeit vicino a Ramallah, dove ha lavorato per uno dei più influenti negoziatori palestinesi degli accordi di pace di Oslo, valutando i progetti della Banca Mondiale sulla Cisgiordania. Nel 2000 ottiene diversi incarichi al Foreign Office tra cui dirigente di una squadra presso l’ambasciata britannica a L’Aia. Rientrato a Londra, si è occupato del conflitto arabo-israeliano, dell’Unione europea e di Gibilterra.

Completano il suo ricco curriclum le informazioni che potete visionare sulla pagina wikipedia a lui dedicata.

Alexander Schallenberg, Austria

Schallenberg nasce nel 1969 a Bern e cresce in India, Spagna e Francia, Parigi per la precisione in quanto figlio di un ambasciatore austriaco in missione. Dal 1989 al 1994 ha studiato legge presso l’Università di Vienna e l’Università parigina Panthéon-Assas. Dopo la laurea prosegue i suoi studi al College of Europe fino 1995, entrando due anni più tardi nel 1997 nel Ministero degli Esteri austriaco dove nel 2019 succede a Karin Kneissl come Ministro degli Esteri per l’Austria. Più informazioni su Schallenberg sono riportati nella relativa pagina che riporta la sua bio.

Sigrid Kaag, Olanda

Kaag studia a Utrecht conseguendo una laurea in Studi mediorientali presso l’Università Americana del Cairo e successivamente un master in relazioni internazionali presso l’Università di Exeter e il St Antony’s College a Oxford. Completano la sua formazione l’École nationale d’administration (ENA) e il corso di relazioni estere presso l‘Istituto Clingendael. Dopo aver lavorato per il Ministero degli affari esteri olandese e la Royal Dutch Shell a Londra, Kaag entra nelle Nazioni Unite a partire dal 1994. Dal 2007 al 2010 è Direttore Regionale del Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia, per il Medio Oriente e il Nord Africa. Dal 2010 al 2013 ricopre l’incarico di Vice Segretario Generale del Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP) e dall’ottobre 2013 al settembre 2014 ha guidato la nota missione di disarmo che ha contribuito alla distruzione di armi chimiche in Siria.  

Per ulteriori informazioni vi rimandiamo a fonti più dettagliate.

Tomáš Petříček, Repubblica Ceca

Si è laureato conseguendo poi un master e un dottorato in Relazioni Internazionali alla Facoltà di Scienze sociali presso la Charles University di Praga. Durante la sua formazione universitaria ha inoltre frequentato la Université Libre de Bruxelles e ricevuto un M.A. dal  Center Européen de Recherches Internationales et Stratégiques e di seguito un altro dall’Università di Warwick in International Political Economy. Per ulteriori dettagli trovate su wikipedia la sua bio completa.

Che bilancio fare e soprattutto che figura fa l’Italia nei confronti di ministri veramente “stellati”. Rimandiamo all’obiettività dei lettori ogni possibile giudizio a riguardo.

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. 4 Maggio 2021

    […] essere, d’altra parte se milioni di italiani credono, o hanno creduto, che uno come Di Maio sia in grado di fare il ministro degli Esteri, allora possono credere davvero a […]

  2. 14 Maggio 2021

    […] M5S capeggiati da Casaleggio per essere contrario e complementare a quell’altro fenomeno del ministro degli Esteri Di Maio. Uno con il compito di incarnare la rivoluzione a suon di scuregge e fake news, la protesta fine a […]

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy