1727Wrldstar alias Fratellì

Ennesimo esempio negativo che arriva dal web. Sedicente rapper romano, protagonista di un video virale

“Ho preso il muro fratellì”…dopo essere andato a sbattere con la macchina mentre faceva un’assurda diretta su Instagram, ecco com’è diventato famoso  Algero Corretini, protagonista del video ormai diventato pericolosamente un  tormentone.

150mila follower su quasi interamente arrivati nell’ultima settimana.

A portarlo sulla soglia di un’immeritata notorietà un video in cui il “rapper” va a sbattere contro un muro e dice: “Ho preso il muro fratellì”, dopo aver percorso un tratto di strada ad una “piotta e dieci” (110 km/h) “de terza marcia”, compiendo una serie di manovre azzardate nonché vietate a bordo della sua automobile per terminare con un incidente a Ponte Galeria.

Ma chi è di preciso Algero Corretini e di cosa si occupa? Sembrerebbe essere un rapper anche se non abbiamo notizie di sue canzoni in vetta alle classifiche, ci appare per lo più come un aspirante influencer che vorrebbe imboccare una scorciatoia per il successo passando per il web. Niente di male in questo tentativo, per carità, anche se ormai si dovrebbe aver capito che le performance che ricevono successo a causa di stupidaggini durano poco e non fanno diventare vip, al massimo meteore di cui si spegne la luce già dopo poche settimane. Il problema però è che tra mille ragazzi sani di mente che lo guardano per prenderlo in giro, e fanno bene perché se lo merita, poi c’è uno che vuole imitarlo e si fa male. Un pessimo esempio da evitare quindi, uno di cui non avvertivamo assolutamente la necessità.

Fortunatamente gli è stata sospesa la patente, lui è andato sui social a raccontarlo ammettendo di aver sbagliato. Il problema però è che queste ammissioni di colpa avvengono sempre dopo.  

Avatar

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

Potrebbero interessarti anche...

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy