Granchio Nero. Recensione

La recensione di Granchio nero, film svedese d’azione apocalittico con protagonista Noomi Rapace, disponibile in esclusiva su Netflix

Abbiamo raccolto vari pareri e recensioni presenti sul web. Cominciamo da quelle più positive.

Questo è probabilmente uno dei film svedesi più belli dei tempi moderni.
Come al solito, Noomi Rapace è molto convincente nel suo ruolo la regia di Adam Berg non ha eguali nella storia del cinema svedese.

Granchio Nero. Recensione


Questo è un film che ti aspetteresti da una produzione “blockbuster” hollywoodiana con un budget di centinaia di milioni di dollari.La trama purtroppo non è così diversa dalla guerra nel mondo reale e dalla crisi che vediamo oggi in Ucraina e in tanti altri luoghi.
Un film che tutti dovrebbero vedere, per capire gli orrori della guerra e la forza trainante e la resistenza di un genitore contro le armi e gli eserciti high-tech per amore del suo bambino.
5 stelle su 5.

Granchio Nero. Recensione

Proseguiamo con un’altra recensione

Un ottimo film di guerra. In un non specificato prossimo futuro che offre una rappresentazione realistica della guerra senza eccessi esagerati o tipici dei film d’azione hollywoodiani.
Molto è rimasto “non detto” sulla natura del conflitto o sulle parti che combattono. Questa ambiguità è un vantaggio poiché non hai idea di chi tifare e questo lo rende molto più interessante. È un film malinconico che potrebbe non essere adatto a tutti, ma brillerà per coloro che si lasceranno coinvolgere.

Una recensione “media”

Bei paesaggi, in particolare sul ghiaccio. Le interazioni “militari” tra il personale non erano così buone, la catena di comando era bizzarra e insondabile.
Le scene di combattimento/azione erano in parte credibili, ma le scene dell’elicottero che cacciava la preda sul ghiaccio non era tra quelle – e se sei dietro le linee nemiche di notte, per favore cerca di NON accendere un fuoco e tanto meno usa le torce elettriche, altrimenti poi non ti chiedere “come hanno fatto a trovarci?” e come sottolineato da altri, quando il fucile è scarico non fa click click click quando si continua a premere il grilletto.

Buon film per passare il tempo, ma non chiamerai qualcuno subito dopo aver finito di guardarlo per vantarmene o per raccomandargli di vederlo

Recensioni molto severe, forse troppo.

Ho sentito che questo potrebbe essere uno dei migliori film svedesi moderni. Se è così, allora dovrebbero attenersi alla produzione di mobili economici e convenienti. Questo mi ricorda i film statunitensi “Straight to DVD” con una trama triste e una regia terribile. Almeno nei film come John Wick che hanno trame terribili, ci sono molte scene d’azione per aiutarti a trascurare il motivo senza senso per cui li stai guardando. Questo film non ha né una buona trama / narrazione per coinvolgerti, né un’azione forsennata per attirare gli appassionati del genere. Quello che resta è un tipo di film “rumore di sottofondo mentre fai altre cose” o sei un adolescente che non è ancora capace di pensiero critico. Se non riesci a vedere i vari buchi della trama, allora potrebbe essere un film ok per te.

È uguale a un blockbuster di Hollywood con un budget di centinaia di milioni? Ma non diciamo stronzate!

Farebbe meglio la Svezia a fare come l’Ikea, mettere frammenti di film in una scatola e lasciare allo spettatore il compito di assemblarli.

E ancora…

Una sequenza temporale non specificata, con combattenti non specificati che combattono in una guerra non specificata per… chissà perché. Era così eccessivamente ambiguo che onestamente pensavo che si trattasse di una parodia!

Per non parlare della cosa imprecisata che può o meno rendere i personaggi principali dei buoni o dei cattivi. Chissà, a nessuna di queste domande viene data risposta.

Le riprese cinematografiche e lo scenario innevato erano belle. Sono un fan dei film con atmosfere innevate e questa storia… qualunque cosa fosse, è stata girata magnificamente. Ho passato il tempo, però non mi sento di raccomandarlo a nessuno.

La nostra recensione.

Abbiamo letto pareri troppo negativi che non condividiamo affatto ma nemmeno ci sentiamo di assegnare più tre stelle a questa coraggiosa produzione svedese.

Il film ha molti lati positivi, i paesaggi e la fotografia soprattutto. Noomi Rapace convince nella parte ma il resto del cast fatica a starle dietro. La trama ha diversi buchi ma è una scelta di sceneggiatura.

Evitare di spiegare i motivi, le fazioni in campo e tutto quello che c’è dietro, quando si parla di un film di guerra, è stata una scelta secondo noi sbagliata.

Un film che si può vedere in mancanza d’altro ma senza troppe aspettative.

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

Potrebbero interessarti anche...