Metro di Roma Linea B. Odissea primo maggio.

Linea guasta e a tratti dimezzata. Passeggeri costretti a scendere per ammassarsi sulle navette sostitutive. Il guasto dura da ieri

Ancora un guasto con interruzione parziale e servizio dimezzato per la metropolitana romana, linea B Laurentina-Rebibbia. Il disservizio provocato da un malfunzionamento elettrico dura ormai da ieri, e considerando la proverbiale voglia di lavorare dei tecnici ATAC chissà quanto durerà ancora. Nel frattempo i passeggeri vengono ammassati in navette piene, contravvenendo a ogni norma sulla sicurezza e sul distanziamento sociale. In una città ancora alle prese con le varianti del Covid-19 tutto questo può rivelarsi come una terribile occasione per far aumentare i contagi.

I disagi sono iniziati ieri, veberdì 29 aprile, per colpa di un precedente guasto tecnico alla stazione Bologna. Dalle 11 i treni si sono mossi a ritmo ridotto per 40 minuti. A distanza di 24 ore la situazione non accenna a migliorare.

Sulla vicenda è intervenuto il blog Odissea Quotidiana che senza girarci intorno scrive che: “È da ormai 24 ore che la linea B della metropolitana è interrotta nelle tratte Basilica San Paolo-Monti Tiburtini e Basilica San Paolo-Jonio. Sul campo viaggiano la navette sostitutive, naturalmente sovraffollate all’inverosimile, con buona pace del 50% di riempimento e del distanziamento sociale.“ Una testimonianza diretta della disavventure che stanno vivendo molti cittadini.

Ricordiamo che dal 2019 il ministero ha messo a disposizione della giunta Raggi la bellezza di 425 milioni pronti ad essere spesi, ma che l’Amministrazione non riesce ad impegnare nelle gare. Tra le varie lavorazioni ci sarebbe l’aggiornamento dei sottosistemi di sicurezza, che garantiscono il monitoraggio in tempo reale dello stato della linea.

“Insomma questo lungo blocco si sarebbe potuto benissimo evitare se sulla metropolitana si fosse disposto l’aggiornamento degli interruttori e dei sensori di monitoraggio, che avrebbero consentito di individuare il problema e risolverlo nottetempo”. conclude il blog”

Ecco, magari l’assessore grillino Calabrese dovrebbe rispondere con serietà su queste domande, anziché cercare di difendere la colata di bitume sul lungotevere che i consiglieri del M5S definiscono una “grande opera.

Fatevi coraggio amici romani, ormai la Raggi ha le settimane contate e presto questo periodo, che resterà tra i più grotteschi e sciagurati della millenaria storia romana, sarà finalmente archiviato.

VIRGINIA “DEGRADO” RAGGI

Avatar

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

Potrebbero interessarti anche...

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy