I pediatri romani lanciano l’allarme: aumento delle infezioni per scarsa igiene della città

La “Grande Monnezza” causata dalla cattiva gestione Raggi-M5S diventa un problema sanitario

Senza paura di essere smentiti possiamo dire con certezza che la Raggi è il peggior sindaco nella storia dei sindaci romani. Pensavamo di averle viste tutte ma ci sbagliavamo. Non potevamo neanche immaginare cosa ci avrebbe riservato il destino. I danni che la sua gestione stanno facendo alla Città Eterna ( continuando così resterà eterna per poco) sono incalcolabili. Adesso però abbiamo raggiunto un livello superiore, non parliamo più infatti di soli danni d’immagine, con le fotografie di una Roma invasa da rifiuti e topi che  scattate dai turisti fanno il giro del mondo e finiscono sui maggiori quotidiani internazionali.  E non parliamo neanche più dei danni economici che questa gestione sta causando: calo delle visite dei turisti, aziende che se ne vanno, progetti bloccati per anni (l’esempio dello Stadio della Roma) a tutti questi danni, già enormi, adesso va aggiungersi un danno molto più grave: quello alla salute dei bambini.

L’allarme arriva da una fonte più che autorevole, quella dei pediatri romani. Teresa Rongai, segretaria della Federazione Italiana Medici Pediatri di Roma dice: “Gli effetti non sono sempre immediati, ma le patologie legate alla scarsa igiene sono in netta crescita, dalle infezioni alle parassitosi. La verità – prosegue la segretaria della Fimp, Rongai è che oggi i genitori prestano una grande attenzione alla pulizia negli ambienti domestici. Ma è uno sforzo che rischia di essere vanificato o quantomeno compromesso se poi, quando esci, trovi i marciapiedi invasi dalla spazzatura o i roditori nelle ville pubbliche dove i bimbi vanno a divertirsi”

Ma la Fimp non è stata la sola a parlare dei rischi dovuti ai rifiuti e alla sporcizia di Roma. Anche l’Authority per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Lazio si è mossa da tempo chiedendo di adottare specifici provvedimenti e una manutenzione straordinaria per mantenere una pulizia quantomeno accettabile.

Negli ultimi 2 anni le patologie e infezioni correlate ad una scarsa igiene sono cresciute del 20%, stando sempre  a quanto certificato dai pediatri.

Un salto tra i sacchetti d’immondizia, come fosse una corsa ad ostacoli, quella che i piccoli romani devono fare ogni giorno per percorrere le strade della città. Insomma, se non è emergenza sanitaria poco ci manca. Cosa devono fare i romani per liberarsi da questa maledizione chiamata Virginia Raggi che ormai da più di tre anni affligge la loro città?

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy

//ugroocuw.net/4/4335768