Ileana Piazzoni sul Referendum

Ileana Piazzoni, coordinatrice di Italia Viva per la provincia di Roma, sul referendum, il quorum e il livello di astensionismo.

Ho votato ai referendum e ho votato 5 sì.
Ma credo che non serva a nessuno “fare caciara” sulla “democrazia violata”.
I referendum hanno il quorum. Può piacere o no (a me piace, anche se ritengo sarebbe opportuno abbassarlo per tenere conto degli ormai fisiologici livelli di astensione), e quindi la partita della democrazia si gioca attorno a quello.


Quindi anche basta gridare allo scandalo (ogni volta, da destra e da sinistra, a seconda del tema del referendum) per gli inviti ad andare al mare.
Del resto, non bisogna essere dei fini politologi o dei sondaggisti di professione per sapere quali siano i temi su cui c’è un alto interesse popolare e quali no.
E su quali temi esiste la possibilità di un’informazione un mimino puntuale e corretta, e su quali no.

Il fenomeno dell’astensionismo comincia a superare i livelli di guardia.


Credo che non ci sia un tema come quello della giustizia su cui la maggioranza dell’opinione pubblica sia preda delle peggiori semplificazioni, al famoso grido di Bracardi “IN GALERAAA”.
Peraltro, qualcuno dovrebbe avere la buona grazia di spiegare a Salvini che se ritieni giusto condannare un immigrato lì su due piedi (magari a morte, sparandogli alle spalle nel caso della presunta legittima difesa), poi è un po’ difficile che i cittadini sviluppino una coscienza garantista.


Poi deve essere chiaro che, una volta che un referendum è stato indetto, è compito di ogni forza politica (e di ogni politico) esprimersi nel merito. Anche spiegando che è meglio non partecipare al voto per farlo fallire. La strategia di fare i vaghi non fa esattamente onore. Anche perché dovremmo tutti avere chiaro che il fenomeno dell’astensionismo comincia a superare i livelli di guardia. Ma su questo tornerò dopo lo spoglio delle elezioni amministrative.

POST FACEBOOK ORIGINALE

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

Potrebbero interessarti anche...