Le Sardine continuano a riempire le piazze

A Milano erano in 25000 nonostante la pioggia. Il 14 dicembre saranno a Roma per il loro primo “congresso”

Inizialmente la piazza scelta per l’appuntamento milanese era quella dei mercanti, poco prima dell’inizio della manifestazione però ha iniziato a circolare l’annuncio che a causa della grande affluenza superiore alle attese bisognava spostarsi nella Piazza del Duomo.

Un mare coperto da 25000 ombrelli quello in cui hanno nuotato le sardine milanesi, una piazza stracolma, come le altre che stanno continuando a riempire.

“Milano non si lega” insomma, come recita lo slogan.

 In piazza  anche Roberto Saviano, che commenta: “E’ una piazza non contro, ma per i diritti”.

I manifestanti intonano  ‘Bella Ciao’ che è ormai l’inno ufficiale, ma poi arriva anche ‘Fratelli d’Italia’, l’inno nazionale.

Sul palco parla anche Mattia Santori, uno dei fondatori delle Sardine, che ci ha tenuto a chiarire come “il nostro pensiero non è manipolato. Non c’è nessuno dietro di noi nonostante ogni giorno qualcuno cerchi di dividerci,  ma noi in risposta saremo ancora di più  nelle piazze”. Poi ha lanciato un messaggio alla politica: “si deve dialogare con la politica ma non con chi ha disintegrato il tessuto sociale per una manciata di voti. – ha concluso -. Basta strumentalizzare gli ultimi per una manciata di voti, basta fare politica sulla pelle dei più deboli”.

Tra meno di due settimane le sardine saranno a Roma.

L’appuntamento è a Piazza San Giovanni. Luogo simbolo della sinistra anche se molto di recente è stata teatro della manifestazione del centro-destra. Piazza difficile da riempire ma tutto lascia presagire che anche le sardine romane saranno moltissime.

Quello di Roma appare sin da adesso come l’appuntamento che può segnare una svolta politica, per la prima volta i partecipanti si confronteranno, ognuno dirà la sua, insomma se non è un vero e proprio congresso poco ci manca.

Intanto alcuni quotidiani, Il Tempo su tutti, cercano di sminuire l’iniziativa e raccontano che tra le sardine romane sarebbe in atto un vero e proprio psicodramma musicale: avrebbero iniziato a litigare anche sulla canzone ufficiale. C’è che vorrebbe “bomba o non bomba” di Venditti ma altri sarebbero più propensi a cantare  “Maracaibo”

Pettegolezzi che lasciano il tempo che trovano.

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

Potrebbero interessarti anche...

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy