Luis Enrique ritorna ad allenare la Spagna

L’allenatore si era dimesso per restare vicino a sua figlia, scomparsa lo scorso agosto a soli 9 anni

Sono passati esattamente cinque mesi da quando l’ex allenatore della Roma aveva deciso di dimettersi dal suo incarico di commissario tecnico della nazionale spagnola per restare accanto a sua figlia Xana.  Come ricordiamo la piccola morì a causa di una grave forma tumorale. Molte furono le spontanee manifestazioni d’affetto che si verificarono a seguito dell’apprendimento di questa tragica notizia, tutto il mondo del calcio si strinse intorno alla famiglia dell’allenatore spagnolo.

È di oggi la notizia che Luis Enrique ritorna alla guida della nazionale spagnola. Quella che avrebbe tutte le carte in regola per essere una bella storia di sport, di ritorni, di superare gli ostacoli e di continuare a vivere, rischia però di essere rovinata dalle polemiche che si sono scatenate in Spagna subito dopo l’annuncio.

Sbagliati i tempi e i modi ed è per questo che Robert Moreno, attuale allenatore della Spagna,  non ha preso bene la decisione della RFEF (l’equivalente della nostra F.I.G.C) e che la stampa spagnola, in questo caso “Marca”, arriva a definire “un circo” l’ambiente de “La Roja”

Moreno, che era vice proprio di Luis Enrique e che era stato promosso proprio in seguito delle dimissioni di quest’ultimo,  ha sempre dichiarato di essere non solo pronto a fare un passo indietro ma addirittura che sarebbe stato felice di ridare la panchina a Luis Enrique. Sempre secondo la stampa spagnola non ha gradito però i modi della Federazione che lo ha tenuto all’oscuro di tutto. Ieri non ha voluto parlare in conferenza stampa e, riferiscono i media iberici, ha salutato i giocatori ed è andato via.

Il presidente federale Josè Luis Rubiales si è trovato quindi nella spiacevole situazione di dover dare  l’annuncio del ritorno di Luis Enrique in mezzo alle critiche compatte della stampa, ma anche di ex giocatori, allenatori e in generale degli addetti ai lavori.

È ormai certo quindi che Moreno non riprenderà il suo posto di vice affiancando in panchina Luis Enrique.

La storia si sta inasprendo al punto che oggi Moreno oltre a non presentarsi nella riunione con il presidente federale ha mandato al suo posto due avvocati.

Insomma, quella che doveva essere una festa il ritorno di Luis Enrique, si sta trasformando in un confronto teso e davvero sgradevole, pieno di risentimento. Il rapporto tra Luis e Robert si è rotto e oggi il presidente Rubiales si è trincerato dietro alle “questioni personali” rifiutandosi di rispondere su cosa sia successo tra i due.

Dopo le tante manifestazioni d’affetto ci saremmo aspettati gli incoraggiamenti per un uomo che a fatica, dopo la tragedia che l’ha colpito, sta cercando di tornare a vivere, anche professionalmente.

Occasione sprecata, poteva essere una bella storia.

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy