Negli Stati Uniti la pizza a casa te la porta un robot

A Houston la catena di ristoranti Domino’s Pizza sta sperimentando un servizio di consegne a domicilio effettuato con carrelli robotizzati.

Dopo il distributore automatico di pizze arriva anche il robot che te le consegna.

Gli abitanti di Houston, Texas (Stati Uniti), dopo aver ordinato una pizza dalla catena Domino’s, se la vedranno consegnata da un robot. L’azienda ha infatti ottenuto tutte le autorizzazioni per avviare i primi test su strada dei suoi veicoli automatici R2, carrelli elettrici senza conducente progettati per la consegna a domicilio di pizze e altri generi alimentari.

I carrelli R2, sviluppati da Domino’s in collaborazione con la Nuro, un’azienda specializzata nell’alta robotica, sono finore gli unici veicoli autonomi ad aver ricevuto l’autorizzazione a circolare dal Dipartimento dei Trasporti americano. Per ora i robot verranno impiegati solo in alcune zone della città e in orari con poco traffico: chi ordina la pizza, dopo aver pagato, riceverà un codice PIN che gli servirà per aprire il comparto del carrello contente l’ordine. Sempre che qualcuno non decida nel frattempo di rubare il robottino durante il trasporto e dopo averlo scassinato godersi il gustoso bottino.

Tutta la preparazione necessaria è durata due anni, nei quali Domino’s e Nuro hanno lavorato per progettare un veicolo conforme alle consegne di cibi caldi come la pizza ma anche freddi come i dessert e bibite. R2 è pensato per le consegne di vicinato e come ambito operativo ha solo il quartiere del ristorante: una volta che l’operatore lo ha caricato con l’ordine del cliente, il carrello parte per effettuare la sua consegna.

La app di Domino’s permette di seguire in tempo reale il percorso del robot, che appena arrivato a destinazione manderà una notifica sullo smartphone del cliente, al quale non resta che uscire di casa, digitare il PIN sullo schermo di R2 e ritirare la propria cena. «Abbiamo ancora molto da imparare sulle consegne completamente automatizzate: questo test ci permetterà di capire come i clienti reagiscono e interagiscono con il robot e come questi carrelli possono migliorare l’efficacia del nostro servizio», ha commentato Dannis Maloney, uno dei responsabili di Domino’s.

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy