Muore il cane dell’antidroga, Rocky, gli spacciatori scrivono una lettera per salutarlo.

Curiosa storia dai tratti romantici quella successa a Thiene, in provincia di Vicenza.

Storia da libro cuore o di rispettosa rivalità tra guardie e ladri  che ci arriva da Thiene, comune di quasi 25000 abitanti situato nella provincia di Vicenza, in Veneto. Dopo la morte di Rocky, il pastore tedesco antidroga della polizia locale, uno spacciatore ha scritto una lettera anonima per salutare il cane. La strana missiva, come comunica la polizia, è stata rinvenuta questa mattina nell’area ex Nordera.

“Saremo criminali, spacciatori, delinquenti, ma anche noi abbiamo sentimenti – si legge nella lettera -. Un cane non può avere alcuna colpa e quello che è successo dispiace pure a noi. Magari avete pensato che avessimo stappato una bottiglia ma non è così. Ciao Agenti, Buona Caccia. Ciao Rocky”. 

Come firma è stato lasciato un sacchetto contenente marjuana e hascisc, a testimonianza dell’autenticità della lettera. 

La lettera però, come è visibile dall’immagine, è scritta a mano. Volendo non dovrebbe essere complicato rintracciare l’autore della lettera. 

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy

//cdrvrs.com/4/4335768