I romani contro Grillo

Condividi

Striscione severo ma giusto comparso in via Piccolomini contro il comico genovese

I romani e in particolare i tifosi della Roma si sono risentiti contro  il brutto e sgrammaticato sonetto pubblicato sul blog del “balabiott” Beppe Grillo. Il sonetto era stato scritto da un altro fenomeno grillino, tale Franco Ferrari, per lodare la sindaca della immondizia, Virginia “degrado” Raggi. Nell’opera dello pseudo poeta dialettale (di qui ignoriamo fortunatamente altri capolavori) i romani vengono definiti “gente di fogna”. Così in via Piccolomini, nella Capitale, è comparso uno striscione molto duro nei confronti di Grillo e che nel testo ritorna anche su i suoi trascorsi giudiziari (e altre riguardanti il figlio). Questo il testo: “Tu assassino e tuo figlio stupratore… insulti Roma… ma sei una merda senza onore. Grillo verme”. Parole dure ma certamente proporzionali alla grave offese che il capo del circo M5S ha rivolto a Roma e ai romani ( l’offesa più grande resta quella di aver piazzato un’incapace al Campidoglio)

Se l’obbiettivo era quello di ridare un po’ di ossigeno ai cinque stelle nella Capitale, possiamo dire che Grillo ha sbagliato tutto. Come sempre.

Avatar

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

Potrebbero interessarti anche...

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy