Monito alla classe politica attuale: la figura di Socrate

Se Socrate considerava le leggi ingiuste, se ne sarebbe andato via o le avrebbe contestate, ma fino a 70 anni tali leggi sono andate a Socrate più che bene e nel giorno della sentenza di quello che è passato alla storia come “processo alla filosofia” non può scappare o sarebbe incoerente. Cosa cambia ora? Le leggi non gli vanno più bene per il proprio utile personale? L’universale concreto è lo Stato e al di sopra non ci sta nulla. Per uno stato migliore puoi persuadere le leggi e rivederle in termini di qualcosa che sia ancora più universale. Per arrivare a forme più eque di giustizia, per Socrate, non si può semplicemente non rispettare quelle già esistenti.