Cancro, meno rischio con mezz’ora di attività fisica al giorno

Secondo una recente ricerca che arriva dagli USA basterebbero trenta minuti in ventiquattro ore per ridurre il rischio tumore

Nel nostro Paese almeno duecento nuove neoplasie al giorno potrebbero essere evitate facendo una regolare attività fisica.

La sedentarietà infatti è un temibile nemico troppo spesso sottovalutato e provoca, come sostiene la Fondazione Insieme contro il cancro, ben  il 20% di tutti i casi oncologici totali.

Cambiare le abitudini sedentarie e sostituire il tempo da fermi con un’attività fisica moderata (per esempio camminata a passo rapido o esercizi cardio leggeri), può ridurre  il rischio di ammalarsi dall’8% al 31%. Questo è quanto ci dice una ricerca pubblicata sulla rivista Jama Oncology e condotto da Susan Gilchrist, del Anderson Cancer Center presso la University of Texas.

Susan Gilchrist, lo scienziato autore dello studio, nel commentare il suo lavoro ha evidenziato come siano innegabili i legami tra la scarsa attività motoria e la possibilità di ammalarsi.

«Si tratta del primo studio che mostra in via definitiva una forte associazione tra sedentarietà e mortalità per tumore Lo studio ha coinvolto ottomila persone sane il cui livello giornaliero di attività fisica è stato tracciato per sette giorni consecutivi tra 2009 e 2013. Dopo un monitoraggio di 5 anni, i ricercatori hanno calcolato che i più sedentari hanno un rischio di morire per un tumore dell’82% maggiore rispetto ai meno sedentari, anche una volta considerati fattori che possono influire come l’età, il sesso e lo stato di salute generale».

Anche Francesco Cognetti presidente della Fondazione Insieme contro il cancro, è intervenuto confermando la validità dello studio americano.

«Numerosi studi hanno dimostrato l’efficacia dello sport nell’evitare diverse neoplasie molto diffuse come quella al seno, al colon o al polmone.

Attualmente solo un italiano su quattro pratica attività fisica in maniera continuativa mentre il 39 per cento risulta del tutto inattivo».

Questo non significa certo che fare attività fisica possa garantirci una specie di immunità contro i tumori, sia ben chiaro, ma numerosi studi ormai portano a concordare sull’idea che condurre una vita più attiva e meno sedentaria possa ridurre il rischio, e visto che a parte cercare di ridurre le probabilità non possiamo fare, conviene seguire questo consiglio. 

Avatar

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

Potrebbero interessarti anche...

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy