Fotografa un monumento per Wikipedia

Condividi

Concorso fotografico indetto dalla famosa enciclopedia per valorizzare monumenti e siti naturali di tutto il mondo.

Wiki Loves Monuments è il concorso fotografico rivolto a tutto il mondo  che già è entrato nel Guinness dei Primati per numero di scatti. Fotografi professionisti o meno possono partecipare gratuitamente con uno o più scatti. Lo scopo, come scrivono gli organizzatori di Wikimedia, è «raccogliere immagini di monumenti per documentare il patrimonio storico e culturale di ogni Paese e illustrare le pagine di Wikipedia». Nelle otto edizioni precedenti in Italia il concorso  ha raccolto 145.000 fotografie di 13.000 monumenti nazionali scattate da 2.000 fotografi.

Partecipare è semplice, basta registrarsi e caricare sul sito, dall’1 al 30 settembre, una o più fotografie, ognuna corredata dal titolo. È molto importante, precisano gli organizzatori, che le foto vengano scattate con licenza d’uso Creative Commons BY-SA: la licenza libera adottata da Wikipedia. Per scegliere il monumento da  fotografare bisogna  consultare la lista dei monumenti autorizzati. Chi vorrà fotografare qualcosa di nuovo dovrà fare richiesta presso l’ente territoriale di riferimento. Per monumento, spiegano dettagliatamente gli organizzatori citando la definizione dell’Unesco, si intendono edifici, sculture, siti archeologici, strutture architettoniche, siti naturali e interventi dell’uomo sulla natura dal grande valore artistico, storico, estetico, etnografico e scientifico.

Le fotografie partecipano al concorso nazionale, oltre ai concorsi locali organizzati in diverse regioni, tra cui: Abruzzo, Basilicata, Liguria, Puglia, Toscana, più il territorio interprovinciale del Lago di Como

A decretare i vincitori sarà una giuria guidata da Settimio Benedusi e formata da fotografi professionisti e volontari della comunità di Wikimedia Italia, selezionerà i 10 migliori scatti che saranno premiati (ancora non si conoscono i premi) durante una cerimonia a Roma nel mese di novembre presso il ministero dei Beni Culturali e parteciperanno anche alla competizione internazionale.

Avatar

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy