Cultura&Società Voci dal web

google logo 1

Ma davvero Google ci rende stupidi?

Il libro è destinato a scomparire? Il libro sarà sempre l’unico strumento dove il discorso trova l’ultima dimora, in cui sono fissate le parole. Questo è molto importante. Le argomentazioni di Carr non sono sbagliate e bisogna continuare a leggere libri. I libri allenano la mente. I libri trasformano la lingua in pensiero. I libri sostengono e proteggono l’identità privata insieme con il pensiero privato. Con i libri le informazioni si mettono nella propria testa, non sullo schermo, quindi è importante continuare ad avere entrambi: sia l’accesso “frammentato”, episodico, che salta superficialmente di frammento in frammento, sia la lettura, sviluppando il proprio sé.

Intervista a Silvia J.

Per l’uscita del suo libro “Non mi ricordo più di te” abbiamo scambiato qualche parola con l’autrice, Silvia J. Cara Silvia, benvenuta su Cultura & Società, ti ringraziamo per averci dato la possibilità di...

Scemi di Covid

Come gli scemi di guerra ma senza che ci sia stata la guerra. Ecco chi sono i nuovi scemi di Coronavirus nati dalla pandemia. “Scemo di guerra” è un’espressione usata ancora oggi, la conosciamo...

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy