Robert Pattinson “Non avrei fatto l’attore senza Harry Potter”

Il protagonista di Twlight torna a parlare del suo debutto

Sarà presto il nuovo Batman, è stato per anni Edward Cullen, il pallido e tenebroso vampiro protagonista della fortunatissima serie di film “Twlight”, ha recitato a fianco di premi Oscar come Reese Witherspoon e Christoph Waltz in “Come l’acqua per gli elefanti” ed è stato in TeneT di Nolan ma tutto ebbe inizio quando, ormai  14 anni fa, Mike Newell lo scelse per interpretare Cedric Diggory  nel quarto film di quella che stava diventando una delle saghe cinematografiche più importanti e fortunate della storia: Harry Potter e il Calice di fuoco

“In Harry Potter c’era un ambiente davvero bello, Paragonato ai film che ho girato nel frattempo, quello di Harry Potter è stato il set più protettivo. Molti ragazzi durante le riprese studiavano e lavoravano allo stesso tempo. Era un ambiente davvero accogliente e familiare”

Tra i suoi momenti più belli l’attore ricorda il tour promozionale che si è tenuto a Tokio “Ero seduto in una stanza che affacciava sul panorama della città e pensavo: “Come ci sono finito qui?”. La carriera di Robert Pattinson è poi decollata nel modo che sappiamo tutti, ha avuto molta più fortuna lui di quasi tutti i ragazzi che comprendevano il cast, compresa la bravissima Ermione- Emma Watson che pur è riuscita a ritagliarsi uno spazio da attrice senza rimanere schiava del personaggio interpretato da bambina, per tutti gli altri ragazzi invece uscire dalla scuola di magia e stregoneria di Hogwarts è stato un bel problema e alcuni non sono riusciti a proseguire la carriera di attore oppure si sono dovuti accontentare di piccoli parti in film indipendenti o serie TV di seconda fascia.

Lo stesso Daniel Radcliffe ha faticato non poco prima di riuscire a trovare altri film in cui esprimere le sue qualità di attore.

CINEMA E SERIE TV

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione