Rimedi casalinghi contro il Coronavirus.

Dalla Vitamina C all’aglio passando per l’olio di origano. Tutti quei rimedi casalinghi contro il Coronavirus che non servono assolutamente a niente!

Siamo fortunatamente ancora lontani dal livello di idiozia raggiunto dai nostri cugini d’oltralpe; in Francia infatti è servito addirittura un comunicato ufficiale del loro ministero della salute per smentire la bufala che la cocaina curi il Covid-19. Lo so che è difficile da credere ma è successo veramente, qualcuno da quelle parti ha preso per buona una notizia del genere, qui da noi non siamo scesi così in basso fortunatamente, ma abbiamo avuto anche noi le nostre bufale.

La Vitamina C…qualche giorno fa un audio ha iniziato a circolare su WhatsApp “La vitamina C è molto efficace sui pazienti affetti da coronavirus. La stanno utilizzando come terapia e le persone rispondono benissimo”. Queste, grosso modo, le parole di un’anonima diventate virali in poche ore. Anche un certo Panzironi, che mi dicono essere un giornalista che però fa il medico, ha detto in TV che la Vitamina C protegge dal Coronavirus. Allora chiariamo subito una cosa: la Vitamina C fa benissimo, non lo so perché, la mia esperienza nella medicina si limita a qualche puntata di “esplorando il corpo umano” e un po’ di partite a quell’odioso gioco che si chiamava “l’allegro chirurgo” dove tra l’altro perdevo sempre contro mia cugina più grande, però  è da quando sono bambino che sento dire “la Vitamina C” fa bene, nonna mi diceva sempre “mangia un arancio che ti fa bene”, soprattutto non ho mai sentito dire un medico “la Vitamina C fa male”. Quindi adesso che abbiamo stabilito che questa benedetta Vitamina C ha molte proprietà benefiche ribadiamo che non cura il Covid-19, come ha dovuto precisare il dottor Andrea Gori, direttore Malattie Infettive del Policlinico di Milano “Smentisco categoricamente la notizia. Le terapie che utilizziamo per trattare i pazienti con coronavirus al Policlinico, così come al Sacco e al San Gerardo, sono standardizzate perché sono state decise dai primari di malattie infettive di tutta la Regione Lombardia in modo coordinato. E la vitamina C non è assolutamente contemplata”

Olio di Origano …Altra bufala farlocca, pensate però che questo “rimedio” viene venduto su Amazon a 25 euro il barattolino, inserzionisti furbastri e truffatori vogliono spacciarci questa erbetta non solo come cura, ma addirittura per vaccino! Capito? Tutti i laboratori del mondo stanno lavorando senza sosta per sintetizzare un vaccino e loro vogliono farci credere che basti l’origano! Ma in galera devono stare! Hanno perfino elaborato una falsa scheda dove si  legge che sono stati pubblicati più di 30 studi sulle proprietà antimicrobiche dell’olio d’origano e dimostrano che “l’olio di origano elimina il coronavirus umano e frena la duplicazione nelle cellule ospiti infettate dal virus”. L’indicazione è perentoria, data per certa nell’ultimo rigo di presentazione del prodotto. Peccato che sia un’autentica scemenza.

Che poi io nemmeno sapevo dell’esistenza di un olio di origano, io conosco l’origano normale, quello dentro quella specie di bottiglietta piccola con il dosatore, quelle che si comprano al supermercato nell’espositore delle spezie. Io ne ho sempre una in casa perché la mia fidanzate ne mette una quantità incredibile sulla pizza Margherita, forse sarà per questo che ancora non si è contagiata! Scherzi a parte, torniamo seri, quella dell’olio di origano è l’ennesima bufala.

Aglio…Sapete che in Tunisia da un giorno all’altro il prezzo dell’aglio è raddoppiato? È così, questo perché è iniziata a circolare la voce che l’aglio può proteggerci dal Covid-19. Naturalmente anche in Italia si è sparsa subito la voce e noi, che ci crediamo sempre più intelligenti degli altri ma in realtà siamo un popolo abbastanza credulone, abbiamo dato inizio alla caccia all’aglio neanche fosse Amuchina!

Sulle proprietà terapeutiche dell’aglio è intervenuta anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità. «L’aglio è un alimento sano che può avere determinate proprietà antimicrobiche. Tuttavia, nell’attuale pandemia, non ci sono prove che il consumo di aglio protegga le persone dal nuovo coronavirus». Lo stesso messaggio è stato diffuso anche dal nostro Istituto Superiore di Sanità.

Ecco, qui secondo me hanno sbagliato. Secondo me mangiare tanto aglio, ma proprio tanto, può aiutare a contenere il contagio: certamente non ci immunizzerà tutti quanti, ma aiuterebbe senz’altro a rispettare la distanza di sicurezza!

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. 22 Giugno 2021

    […] partono sempre da una notizia vera poi ne prendono un pezzo per distorcerlo a loro piacimento. Facciamo l’esempio proprio dell’aglio: l’Organizzazione mondiale della sanità ha scritto diverse volte che «L’aglio è un alimento […]

  2. 24 Settembre 2021

    […] giorno dopo giorno, da settimane, vanno moltiplicandosi video e messaggi in cui si suggerisce una cura con l’aglio oppure dove si parla di un fantastico farmaco russo che fa sparire il coronavirus in […]

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy