Goldman Sachs prevede il crollo dei Bitcoin

Alcuni analisti della Goldman Sachs avvisano sul rischio che il Bitcoin possa crollare a 12000$

Un team di economisti di Goldman Sachs guidato da Jan Hatzius ha reso note le proprie previsioni sulla velocità degli aumenti dei tassi di riferimento della Federal Reserve. Hanno ipotizzato che la banca centrale degli Stati Uniti possa aumentare i tassi dello 0,75% a settembre e dello 0,5% a novembre. Cambiando così la precedente previsione che parlava invece rispettivamente dello 0,5% e dello 0,25%.

Il percorso di rialzo dei tassi della Fed ha svolto un ruolo chiave nel determinare l’andamento dei prezzi di Bitcoin nel 2022. Il periodo di tassi di prestito più elevati ha spinto gli investitori a uscire dagli asset più rischiosi e a cercare riparo in alternative più sicure come i contanti o l’oro.

Goldman Sachs prevede il crollo dei Bitcoin

Goldman Sachs prevede il crollo dei Bitcoin

Il Bitcoin è sceso di quasi il 60% da inizio anno e ora sta oscillando intorno all’ormai famigerato supporto psicologico di $ 20.000.

Alcuni analisti, tra cui uno trader che si fa chiamare Doctor Profit, ritengono che il prezzo di BTC sia entrato di nuovo in una fase discendente. Tuttavia, il trader ha avvertito: per favore, considera le prossime decisioni della FED. 0,75% [aumento del tasso] come una cosa sicura.

D’altra parte, la correlazione costantemente positiva di Bitcoin con il mercato azionario statunitense, in particolare il Nasdaq Composite ad alto contenuto tecnologico, pone rischi di correzione più profondi.

Sharon Bell, stratega di Goldman Sachs, avverte che i Bitcoin potrebbero crollare del 26% se la Fed diventasse più aggressiva con i suoi aumenti dei tassi per combattere l’inflazione.

È interessante notare che gli avvertimenti coincidono con un recente aumento delle posizioni ribassiste, short, detenute da investitori istituzionali.

Le opzioni Bitcoin in scadenza alla fine del 2022 mostrano che la maggior parte dei trader sta scommettendo sul fatto cheprezzo di BTC possa scendere fino all’area di $ 10-000-12.000.
Sul crollo delle cryptovalute avevamo già scritto in precedenza ma probabilmente la tempesta non è ancora passata.

Da un punto di vista tecnico, il prezzo di Bitcoin potrebbe scendere di circa il 30%, spostando il supporto a 13.500$

Condividi

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

Potrebbero interessarti anche...