La sessualità dei teenager ai tempi di internet

Sexting, app per incontri, social network. L’era digitale ha cambiato l’approccio al sesso degli adolescenti. Scopriamo come.

Chi ha a che fare con i ragazzi adolescenti lo sa: loro e lo smartphone sono una cosa sola. E poiché è proprio nell’attraversare quell’età che  i giovani si avvicinano alla sessualità , il quesito sorge spontaneo: fino a che punto internet, i social e le app stanno influenzando il loro modo di vivere il sesso?

Ed ecco i dati emersi dall’Indagine DoxaKids e Telefono azzurro.

Pornografia. Reperire materiale per adulti è sicuramente più facile adesso rispetto a prima.  Il 40% dei ragazzi di oggi dichiara di conoscere qualcuno che guarda abitualmente video pornografici in Rete ma resta soprattutto un’abitudine  più che altro maschile. Quasi la metà dei ragazzi italiani  quindi ha conoscenza del fenomeno e conosce almeno un coetaneo che ne fa uso. I motivi per cui guardano materiale porno sono principalmente curiosità,  divertimento e trasgressione.

Sexting

Ossia chat erotiche, foto e video sexy scambiati con il partner. Il l 7% conosce qualcuno che almeno una volta lo ha fatto.

I contenuti sessuali più o meno espliciti viaggiano quindi anche attraverso i messaggini. La percentuale degli adolescenti italiani che affermano di aver ricevuto sms o video a sfondo sessuale era già alta alcuni anni fa di 1 su 4 . Quasi tutti, il 90 per cento, dice però di non averne mai parlato con i genitori. Le reazioni ai messaggi o agli approcci erotici non sono scandalizzate: al 60 per cento ha fatto piacere o ha strappato una risata. Solo una minoranza si è dichiarata infastidita o imbarazzata.

App di incontri

Il 15%. conosce qualcuno che è iscritto a un’app o a un sito di incontri in Rete. Le app per incontri, ormai, si rivolgono anche al mondo degli adolescenti. Quanto influiscono davvero nel far nascere relazioni? Sono fenomeni che cambiano rapidamente. Se nelle indagini di 4 o 5 anni fa era una minoranza a utilizzarle, i numeri sembrano in aumento. Le più popolari sono Yellow o MyLOL, che prevedono la possibilità di scegliersi sulla base delle foto.

Social network

Il 15 % conosce qualcuno che ha proseguito una relazione con un coetaneo/ coetanea avviata sui social network. E il numero di coloro che affermano di essersi conosciuti in maniera “virtuale” (soprattutto sui social) e di aver poi proseguito la relazione nel mondo reale, è, secondo gli esperti, in crescita.

Emerge quindi che grazie alla tecnologia gli adolescenti italiani di oggi sono sessualmente più attivi dei loro genitori o nonni. Le nuove dinamiche della sessualità dei ragazzi non fanno diminuire il contatto fisico e reale, quello è rimasto invariato, a cambiare è stato l’approccio, il conoscersi, lo scoprirsi, anche perché i giovanissimi hanno molte più occasioni di incontrarsi “faccia a faccia” degli adulti: vanno a scuola, fanno sport, escono la sera e lì concludono quello che hanno iniziato in rete.

Redazione

La nostra redazione comprende vari articolisti che imparerete a conoscere di volta in volta leggendo post specifici. Il lavoro di "squadra" rimane identificato come redazione

Potrebbero interessarti anche...

This website is using cookies to improve the user-friendliness. You agree by using the website further. Privacy policy